Ariis, l’Acquario delle specie ittiche d’acqua dolce e Villa Ottelio-Savorgnan

Ariis è un piccolo e incantevole borgo a pochissimi chilometri da Rivignano, del quale è frazione, qui si trovano la famosa Villa Ottelio-Savorgnan con il suo splendido parco visitabile che si affaccia sul fiume Stella e l’Acquario delle specie ittiche d’acqua dolce del Friuli-Venezia Giulia.

La locanda Principato di Ariis si trova appena entrati in paese, sulla sinistra, provenendo da Rivignano e offre alloggio nelle sue accoglienti camere singole e doppie e nella sua suite e ristoro grazie al ristorante con cucina tipica friulana dove si respira un’atmosfera rilassata e conviviale.

L’ambiente è così conviviale che spesso il ristorante ospita banchetti, feste, pranzi in occasione di cerimonie, matrimoni, battesimi e cresime. Non è raro inoltre che vi si tengano cene aziendali o simpatiche rimpatriate di gruppo all’insegna del vino, del buonumore e della buona cucina!

Si sa con certezza che nel 1257 esisteva ad Ariis un castello che venne dato in feudo dal Patriarca Gregorio di Montelongo alla famiglia di Wrusberg. Dopo alterne vicende il castello passò in proprietà al Conte di Gorizia che vi insediò i Signori di Ariis. Nel 1336 divenne proprietà dei Signori Savorgnan fino al 1492, quando venne diviso d’autorità fra i quattro fratelli Savorgnan. Nel secolo XVI, dopo la costrizione della fortezza di Palmanova, Ariis perse ogni importanza strategica e decadde. Il castello venne lentamente smantellato e al suo posto sorse un palazzotto signorile: l’attuale villa Ottelio.
Il paese di Ariis rappresenta un quadro, sicuramente unico, della pianura friulana, il cui patrimonio naturalistico inestimabile è completato dalla presenza, vicino alla Villa, da una parte di uno splendido parco paesaggistico (il Parco di Villa Ottelio) e dall’altra della Chiesetta di San Giacomo Apostolo, al cui interno si possono ammirare affreschi del XV secolo. A pochi passi dal centro, inoltre, di fronte alla luminosa Villa Deciani-De Eccher, si trova un meraviglioso mulino ad acqua tradizionale, costruito tra il IXX e il XX secolo, oggi rigorosamente ristrutturato e perfettamente funzionante.

Il Parco dello Stella di Rivignano

Ariis si trova all’interno del Parco dello Stella di Rivignano, un parco comunale, nato dalla volontà dell’amministrazione civica di rinsaldare lo storico rapporto tra la popolazione locale e l’ambiente delle risorgive e dei corsi d’acqua che ne derivano, nella convinzione che questo rapporto rappresenti l’unica reale garanzia per la tutela attiva della meravigliosa natura che ritroviamo lungo lo Stella.

Complessivamente il parco, che è anche un Sito di Importanza Comunitaria e comprende al suo interno il biotopo regionale “Risorgive di Zarnicco“, occupa 638 ha, dei quali 1/3 è rappresentato da elementi naturali di valore (boschi, prati stabili, acque) e la restante parte da coltivi. Un tempo, fino a poco più di 50 anni fa, la zona era ricoperta da arativi, praterie umide e paludi, ricche di orchidee e altre specie rare (come le carnivore Drosera rotundifolia e Pinguicola alpina), e da pochi alberi posti ai margini dei prati.

Entro il Parco si trovano delle zone vocate ad un turismo verde, come il complesso di Villa Ottelio con il suo giardino all’italiana e l’adiacente parco paesaggistico, e come anche le stesse aziende agricole situate al suo interno.

Farnie monumentali, boschi umidi a galleria, prati, pascoli, fiumi, rogge, risorgive ed una fauna ricca in specie, appartenenti non solo a quelle categorie “ben visibili”, come i mammiferi e l’avifauna, ma anche e soprattutto alla fauna a torto considerata “minore”, che si mostra solo all’occhio paziente e appassionato (ittiofauna, erpetofauna e entonomofauna), accoglieranno il visitatore, con una bellezza sempre maggiore man mano che passeranno gli anni in un’atmosfera di “buon vicinato” tra uomo e natura, atmosfera che rappresenta l’obiettivo ultimo di tutto ciò che verrà pensato e realizzato nel Parco.

L’acquario permanente delle specie ittiche d’acqua dolce “Paolo Solimbergo” di Ariis

Dal 1999, ad Ariis di Rivignano, sulle sponde del fiume Stella, si è compiuta la ristrutturazione ed è ripreso il funzionamento del laboratorio di idrobiologia dell’Ente Tutela Pesca. Successivamente, nel marzo del 2009 è stata inaugurata la nuova sala espositiva all’interno della quale sono stati riprodotti con estrema fedeltà i principali ambienti che caratterizzano il tipico corso di un fiume della nostra regione, dalla sorgente alla foce. A completamento delle informazioni, nell’area adiacente all’acquario su una superficie di 2 ettari è stato inaugurato un percorso sopraelevato per lo svolgimento dell’attività didattica rivolta alla conoscenza dell’importante zona delle risorgive

La struttura, prima nel suo genere in Italia, rappresenta per la divulgazione e l’educazione ambientale un passo di notevole importanza.
Rivolto soprattutto ai più piccoli ma importante tappa anche per gli adulti, l’acquario accompagna i visitatori in un cammino che partendo dalle alte montagne discende sino al mare, visitando tutti gli ecosistemi della nostra regione.
Filmati, materiale didattico e la presenza di biologi sono a disposizione di tutti permettendo di approfondire la conoscenza del mondo sommerso.

ORARI APERTURA

1/10 – 31/03

LUNEDì CHIUSO

MARTEDì, MERCOLEDì, GIOVEDì, VENERDì   9-12 E 14-17 – SABATO, DOMENICA 10-13 E 14-17

01/11 08/12  25/12  26/12 01/01  06/01   CHIUSO

 

01/04 – 30/09

LUNEDì CHIUSO

MARTEDì, MERCOLEDì, GIOVEDì, VENERDì   9-12 E 14-17  SABATO, DOMENICA 10-13 E 15-19

15/08   CHIUSO

Villa Ottelio-Savorgnan di Ariis

Con la costituzione del Parco Comunale dello Stella, l’Amministrazione Civica ha voluto gettare le basi per una gestione diretta, coscienziosa e sostenibile delle importanti risorse naturalistiche presenti sul territorio. Nell’ambito del Parco, presso il grazioso borgo di Ariis, c’è una zona meravigliosa, storicamente considerata il giardino di una villa un tempo abitata dalle famiglie nobili dei Savorgnan ed, in seguito, Ottelio e adesso di proprietà della Regione Friuli Venezia Giulia, grazie ad una convenzione con la quale il Comune di Rivignano ha realizzato una serie di percorsi cilco-pedonali che permettono di ammirare da vicino le meraviglie della natura. In quersto luogo, contornati da un ambiente davvero suggestivo, sono concentrate molte delle peculiarità della zona, come le olle di risorgive e prati umidi, farnie e ontani neri, oltre a tante specie faunistiche.

Villa Ottelio, grande costruzione di discreta bellezza, esaltata dal colore rosso intenso del mattone, si specchia nelle acque del fiume Stella. Lo stemma, uno scudo d’argento allo scaglione nero, posto sulla facciata, testimonia la sua vecchia appartenenza alla famiglia dei Savorgnan. Costruita anch’essa su un antico maniero che perse il peso strategico dopo l’erezione della fortezza di Palmanova, costruita dalla Serenissima contro l’invasione turca del XVII secolo. In seguito la villa si trasformò in un’attiva azienda agricola. L’edificio è diviso in due parti: la prima, padronale, è strutturata in tre piani, con una bella facciata rivolta verso il fiume Stella, con giardino degradante fino alle acque, la seconda, riservata come residenza al personale agricolo, datata di magazzini e porticati. La villa è in via di restaurazione.

Oggi è possibile visitare il Parco di Villa Ottelio sia da soli sia accompagnati da un esperto. Le visite guidate si possono prenotare presso il municipio di Rivignano.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Rivignano